Cultura e spettacoli Lifestyle
Agenda, di ,

Alzati e cucina! Ricette per il mal d’amore e consigli per reinventarsi la vita

Da un'empasse professionale per Francesca Fiorentino e Luciana Morelli, giornaliste cinematografiche, è nata una nuova carriera come blogger e scrittrici specializzate in cucina che scalda il cuore e appaga i sensi. Perché per ogni ricetta consolatoria c'era una storia che doveva essere raccontata

Luciana Morelli e Francesca Fiorentino sono amiche e colleghe con due grandi passioni: il cinema, di cui si sono occupate a lungo come giornaliste, e la cucina. Davanti alle crescenti difficoltà nel proseguire la loro collaborazione cinematografica hanno deciso di puntare sulla gastronomia, creando prima un seguitissimo blog, Alzati e cucina, e poi un libro dallo stesso titolo che raccoglie le ricette per il mal d’amore. Perché il loro spin particolare è quello di aiutare lettori e lettrici a tirarsi su di morale davanti ai fornelli: come hanno fatto loro, che hanno saputo trasformare un’empasse professionale in una grande opportunità creativa.

Come è nato il blog Alzati e cucina?

È nato esattamente due anni fa sull’onda di sentimenti molto forti e contrastanti, primo fra tutti l’esigenza di creare qualcosa di nostro, un piccolo spazio dove la nostra creatività venisse valorizzata, che ci desse quegli stimoli che ormai avevamo perso. Il lavoro giornalistico infatti era diventato una routine triste e non avevamo il giusto riconoscimento economico per il nostro sforzo e impegno. Ci siamo guardate in faccia e abbiamo deciso di coniugare la cucina e la scrittura.

Come vi è venuta l’idea di consigliare ricette per il mal d’amore?

È successo un sabato pomeriggio, chiacchierando tra amiche. Una di noi era sentimentalmente delusa  – chi non lo è mai stato? Le chiacchiere, unite ad una buona crostata, sono servite a curare la profonda crisi sentimentale della nostra amica, che tutto ad un tratto era più leggera e serena. Da qui l’idea: perché non raccogliere quelle ricette che ci hanno aiutato a superare una delusione d’amore e pubblicarle su un blog a portata di tutti? Per ogni ricetta consolatoria c’era una storia che doveva essere raccontata. Ecco, ci piaceva l’idea della funzione terapeutica della cucina quando il cuore è a pezzi.

Siete brave cuoche? Quali sono le vostra specialità?

Sì, ce la caviamo! Io, Francesca sono specializzata in pizze e crostate, Luciana in primi piatti fatti in casa e torte. La nostra specialità più grande però rimane il divertimento di stare ai fornelli insieme. Ricordatevi sempre: INFORNARE PER RESISTERE!

Ma le ricette funzionano davvero?

Funzionano benissimo. L’importante non è la riuscita del piatto, ma aver fatto qualcosa per sé o per qualcuno che si ama: è questo il nesso tra cibo e cuore. Cucinare per le persone amate ti dà uno stimolo in più ma farlo per noi stessi rimane un atto d’amore e di bellezza straordinario. È come se ti dicessero, “ok ora vai avanti con le tue gambe, vediamo cosa riesci a fare”.

Quando avete pensato a raccogliere le ricette in un libro?

Lo abbiamo sperato da subito in realtà, ma non osavamo pensare che potesse succedere. Quando siamo state contattate dalla casa editrice Edizioni Ultra abbiamo esultato: finalmente qualcuno si era accorto di noi e della passione che avevamo messo nel raccontare le storie sul blog.

Come stanno andando le vendite?

Non abbiamo ancora notizie certe sulle vendite, ma in tanti ci stanno scrivendo per farci i complimenti. È un orgoglio per noi sapere che le persone si divertono a leggere quello che abbiamo scritto in quelle magiche pagine.

Vi siete inventate anche una mini campagna stampa molto divertente (di cui pubblichiamo alcuni esempi nella gallery qui sotto, ndr), nella quale grazie a photoshop mettete in mano ad alcune celebrità una copia del vostro libro: ce ne parlate?

Siamo sempre state affascinate dai meccanismi virali dei social e abbiamo pensato di sfruttare il grande interesse mediatico sulle elezioni americane per lanciare il libro. Tifavamo per Hillary, o meglio, non eravamo per Trump: però abbiamo messo in mano a tutti e due una copia del nostro libro. Ma la foto più cliccata è stata quella che abbiamo ideato con Angelina Jolie che tiene in mano Alzati e cucina cercando ispirazione per superare la difficile crisi con Brad Pitt.

L’ironia è una componente fondamentale del vostro lavoro?

È essenziale! Ci dà leggerezza nella profondità. Non potremmo farne a meno. E noi siamo le prime a non prenderci troppo sul serio.

Se poteste, tornereste a fare le giornaliste di spettacolo?

Con uno stipendio vero e un contratto, un vero riconoscimento professionale e vere opportunità, sì. Anche adesso. Ma non abbandoneremmo mai la cucina: fa troppo bene al cuore.