Cultura e spettacoli
Agenda, di ,

A Matera il Women’s Fiction Festival premia la letteratura al femminile

Si divide tra conferenze per scrittori, incontri in cui gli autori possono confrontarsi con agenti e editor e presentazioni dedicate al pubblico ed è stato anche il trampolino di lancio di tante scrittrici. Quest'anno il premio Baccante andrà alla romanziera spagnola Clara Sanchez

Nel panorama a tinte fosche dell’editoria c’è un genere che non conosce crisi e che continua a crescere. È la letteratura femminile. Romanzi, ben oltre i best seller in stile Cinquanta sfumature di grigi, ma anche racconti e saggi. A testimoniare il buono stato di salute della scrittura al femminile c’è il Women’s Fiction Festival. Un evento ospitato tra i sassi di Matera, che quest’anno si terrà dal 25 al 28 settembre.

Il format è unico nel suo genere. Si divide tra conferenze per scrittori, incontri in cui gli autori possono confrontarsi con agenti e editor e presentazioni dedicate al pubblico. L’idea è venuta nel 2004 a Elizabeth Jennings, scrittrice americana, e Maria Paola Romeo, allora consulente editoriale di Harlequin Mondadori ed è stata sviluppata con l’aiuto di Mariateresa Cascino, esperta di comunicazione, e Giovanni Moliterni, libraio.

“Volevamo offrire agli scrittori, donne ma anche uomini, delle proposte concrete per realizzare i loro romanzi-spiega Cascino- Per questo abbiamo cominciato organizzando incontri con le case editrici, dove si affrontavano temi legati alla pubblicazione. Abbiamo parlato molto presto di self publishing e crowdfunding, pratiche che in Italia erano snobbate, ma che negli Stati Uniti hanno lanciato scrittrici da 10 milioni di dollari”. E durante il festival di quest’anno all’autopubblicazione sarà dedicata un’intera giornata, ribattezzata, non a caso, Independence Day.

“Da sempre-prosegue Cascino- uno dei nostri obiettivi è fornire agli autori gli strumenti professionali. Oggi nel mondo la letteratura femminile fattura il doppio di generi di successo come il thriller. Lo stereotipo che la dipinge come una produzione di serie b è decisamente superato”. Secondo i dati Aie  (Associazione Italiana Editori), nell’ultimo anno il valore delle vendite dei libri è calato del 14%, ma la letteratura rosa ancora tiene.

“La produzione femminile e le lettrici sono aumentate”, prosegue Maria Paola Romeo. “Non sempre la quantità va di pari passo con la qualità, ma sicuramente ci sono novità interessanti e alla lunga le differenze vengono colte. Le donne sono fondamentali per il mercato letterario. Paradossalmente le giovani sono ancora le più affezionate al libro di carta, anche per una questione di costi, mentre le 40-50enni cominciano a preferire il formato digitale. Inizialmente le scrittrici erano diffidenti nei confronti delle nuove tecnologie, poi hanno capito che costano meno e danno tante opportunità”. Proprio grazie al festival è nata Emma Books, collana “femminile digitale”, che pubblica le opere di autrici di tutti i generi letterari.

Matera è stata anche il trampolino di lancio di tante scrittrici. “Tra le più interessanti degli ultimi anni, solo per citarne alcune, ci sono Cristina Cassar Scalia che grazie al festival ha pubblicato con Sperling & Kupfer il romanzo La seconda estate. E poi ancora Gabriella Genisi, dalla cui penna è nata la commissaria Lolita Lobosco, o Giuseppina Torregrossa”. La città dei sassi e il suo congresso per scrittori hanno portato fortuna anche a Giovanni Ziccardi, giurista e autore de L’ultimo hacker.

Per il 2014 al Festival si sono già accreditati 250 scrittori. “Molti incontri sono andati subito esauriti -racconta Maria Teresa Cascino- e questo non può che farci grandissimo piacere. La nostra borsa del libro è sempre più importante”.

A Matera viene assegnato il premio Baccante, un riconoscimento che quest’anno andrà a Clara Sanchez, romanziera spagnola, e che nelle scorse edizioni è stato vinto anche da Sveva Casati Modigliani, Margaret Mazzantini e Alicia Gimenez Bartlett. Il tema di questa edizione è Lo storytelling e l’arte del racconto, tra romanzi tradizionali, social media e nuove tecnologie. Tanti incontri e dibattiti, in attesa di lanciare il prossimo successo letterario e scoprire un nuovo talento.