Cultura e spettacoli Lifestyle
Intervista, di ,

Le sorelle Davis, musica folk a bordo di un camper comprato su eBay

Sono le Daugthers of Davis, portano la loro originale miscela di soul e folk su e giù per l'Inghilterra. Tra set acustici improvvisati, pasti razionati e docce in ruscelli di campagna. Tra pochi giorni esce il loro nuovo album British soul

A volte quattro mura possono stare davvero strette. Se vuoi far conoscere la tua musica, a volte la strada è l’unica soluzione. Così hanno fatto le Daughters of Davis, Adrienne e Fern Davis, sorelle nella vita e nella passione per il soul, il blues ed il folk. Musiciste poco più che ventenni nate nella Winchester di Jane Austen, nell’aprile 2011 comprano un camper su eBay e mollano tutto, caricando chitarre e cajon, portando la loro originale miscela di soul e folk su e giù per l’Inghilterra. Tra set acustici improvvisati, pasti razionati e docce in ruscelli di campagna, le Daughters of Davis pubblicano il loro l’album d’esordio To the Water nel 2012. Fern Davis ci racconta com’è stato il loro viaggio on the road, passando alla recente tappa di aprire il tour europeo degli Eels, fino ad una succosa notizia in anteprima, perchè il viaggio, quello vero, non finisce mai…

Quanto coraggio ci vuole per lasciare casa e le sue certezze, cercando di realizzare il proprio sogno, a bordo di un camper?

Direi che il coraggio deve essere pari, se non superiore, alla grandezza dei tuoi sogni! Il camper è stato il “veicolo” (nel vero senso della parola) che avrebbe realizzato i nostri sogni. Volevamo portare in giro la nostra musica nel modo migliore che ci potesse venire in mente ed è stato portarla di persona in ogni angolo del paese, ecco perché ci serviva una casa su ruote

La vostra musica è un blend originale di soul, folk and blues: quali sono i vostri riferimenti musicali?

Adoriamo artisti straordinari come Stevie Wonder, Michael Jackson, Aretha Franklin. Sono stati una vera fonte di ispirazione mentre crescevamo. Ci piacciono molto anche artisti più acustici come Dallas Green dei City & Colour e Bon Iver. Mescolate il tutto con un pizzico di Mumford & Sons ed una spruzzata di Nina Simone et voilà. Ecco servite le nostre influenze musicali.

Avete pubblicato il vostro album d’esordio To the water nel 2012 (con una tracklist di 12 brani) senza pubblicare prima un EP, come fanno invece molti artisti emergenti…

Non volevamo mezze misure. All’epoca avevamo un sacco di canzoni in attesa di uscire, così abbiamo deciso con l’aiuto del nostro promoter, Storm 5 ed il suo fantastico team, di registrare tutto il set e liberare le canzoni.

Adesso siete solo in 2 ad esibirvi nei live, in futuro pensate di chiamare altri musicisti o la vostra musica rende al meglio in un duo acustico? Essere sorelle è un vantaggio o uno svantaggio per un duo musicale?

Sarebbe divertente aggiungere altri musicisti nel tempo, potrebbe succedere. Mia sorella ed io siamo il nucleo della band per cui credo che anche aggiungendo altri musicisti non cambierebbe il nostro sound. Essere sorelle è un grande vantaggio, siamo ottime amiche e so che Adrienne è sempre pronta a supportarmi. E’ solo che ho vorrei cacciarla dal camper quando inizia a suonare la stessa canzone a ripetizione (n.d.r. ride scherzando).

Come è venuta l’idea del DVD Where Do We Go: Music, Mischief & Life in a Campervan con le vostre avventure/disavventure on the road ?

Beh all’inizio eravamo partite con questa videocamera amatoriale, giusto per documentare il tour per noi stesse. Non avremmo mai pensato di farne un DVD distribuito in tutto il paese ma col passare del tempo avevamo una tale collezione di riprese che quando le persone ci chiedevano come fosse vivere in un camper, abbiamo pensato fosse il modo migliore per mostrarglielo, anche se significava usare delle riprese che avremmo tenuto solo per noi. Per restare autentiche nel DVD si vede un po’ di tutto, da quando ci svegliamo la mattina e facciamo la doccia nei ruscelli o tentiamo di far uscire un ragno dal camper con l’aiuto di una spatola da cucina! Ci sono anche interviste e video musicali, per cui direi che racchiude un po’ tutta l’esperienza delle DoD (n.d.r. Daughters of Davis).

Come siete arrivate ad aprire il tour europeo degli Eels?

Anche qui è stato merito del nostro incredibile management che ha organizzato tutto. Mr E, frontman degli Eels ha dato il suo ok e prima di conoscerlo, dopo dopo essere rientrate dal tour europeo di Rebecca Ferguson (n.d.r. di cui aprivano i concerti), eravamo di nuovo in giro per aprire I concerti degli Eels. E’ stato un sogno che diventava realtà, poter vedere quelle città meravigliose ed essere in tour con una band così straordinaria.

Adesso che avete appena concluso il tour europeo degli Eels promuovendo il vostro To the water, c’è spazio per lavorare al nuovo album?

Siii! Siamo molto emozionate di annunciarvi che il nostro nuovo album British Soul uscirà il 1° settembre! Davvero siamo entusiaste della realizzazione del progetto, ci sono molte anime musicali all’interno dell’album per cui pensiamo che possa rappresentare qualcosa per molti. E’ anche una sorta di ode a tutte le brave persone che ci hanno dimostrato gentilezza durante la nostra vita on the road, anche solo con un gesto o con un invito.