Cultura e spettacoli
Personaggio, di ,

Condola Rashad, una Giulietta spiritosa e “nera” a teatro e al cinema

Il 28, 29 e 30 luglio sarà proiettata nelle sale cinematografiche italiane la rappresentazione teatrale filmata del capolavoro di William Shakespeare Romeo e Giulietta diretta da David Leveaux la cui protagonista è una giovane afroamericana buffa e moderna

Il 28, 29 e 30 luglio sarà proiettata nelle sale cinematografiche italiane la rappresentazione teatrale filmata del capolavoro di William Shakespeare Romeo e Giulietta messa in scena lo scorso anno nel Richard Theatre di Broadway a New York.

Il regista del film, David Leveaux, ha apportato molte novità all’opera, in particolare al personaggio di Giulietta. Non è più la figura pura e perfetta, quasi estranea dal mondo, che fluttua tra i sospiri d’amore. La nuova Giulietta, interpretata dalla bella attrice Condola Rashad, figlia di quella Phylicia Rashad che interpretava la signora Robinson nella sitcom I Robinson, è nera, e questo di per sé stravolge il classico profilo del personaggio, che sia a teatro o al cinema; poi è spiritosa, frivola, ironica e con pensieri espressi in modo molto fresco e moderno.

La Giulietta di Condola Rashad vive la sua storia d’amore con Romeo, Orlando Bloom, come la vivrebbe qualsiasi ragazza di oggi, con slancio ma anche con un po’ di sano timore, che la fanno saltellare di gioia sul palco in un primo momento e piangere disperata in un secondo. Lei che non vede l’ora di rivedere il suo amore, allo stesso tempo teme che sia tutto effimero e cerca di proteggere il suo giovane cuore.

La recitazione di Condola sembra una dolce cantilena, e la giovane attrice abbandona l’interpretazione statica delle Giuliette che l’hanno preceduta, buttandosi per terra per non farsi vedere da Romeo, danzando con leggerezza sul palco, e poi, davanti ad una situazione delicata, gesticolando con fare nervoso e una smorfia di dolore che ti cattura il cuore.

Il suo viso mobile e i suoi occhi grandi e intensi fanno comprendere agli spettatori ogni suo stato d’animo, rendendo ogni sua battuta reale ed emozionante. Rashad è molto lontana dalla recitazione monotona, quasi piatta di Claire Danes nel film Romeo e Giulietta di Baz Luhrmann. È anche buffa, cade e si rialza come una bambola di pezza, fa le smorfie, trattiene le risate, si copre il viso con le mani per nascondere l’imbarazzo.

Anche la scelta dei suoi abiti di scena merita attenzione poiché non sono più solo di colori tenui che rimandano all’idea di un angelo, ma hanno anche tinte vivaci e accese, come il giallo, e mostrano la sua corporatura atletica senza nasconderla. È una Giulietta in sottoveste, o vestita come una ballerina da Dimensione Danza.

Una Giulietta vicina a molte ragazze di oggi, per il carattere brioso, aperto e le reazioni spontanee. Anche la sua bellezza, esotica e non perfetta, gli occhi leggermente sporgenti, le braccia muscolose, i piedi grandi, rendono più facile l’identificazione. Così Giulietta diventa una ragazza contemporanea proiettata in un’epoca antica, che regala emozioni moderne attraverso battute arcaiche; che fa commuovere e ridere ma allo stesso tempo conquista tutti per la sua leggerezza e semplicità.

Consiglio questa versione di Romeo e Giulietta, e questa protagonista, a tutte le ragazze di oggi e di ieri che vogliono potersi rispecchiare fino in fondo in un’eroina romantica.